Progressi degli apparecchi digitali

Apparecchi analogici programmabili digitalmente

apparecchi-acustici-digitali

Gli apparecchi acustici digitali sono caratterizzati da un’alta qualità dei suoni e si regolano in modalità computerizzata. Presso l’Istituto Audioprotesico Italiano di Busto Arsizio, in provincia di Varese, si effettuano controlli dell’udito volti all’individuazione del modello di protesi più adatto al paziente, da quelle retroauricolari alle endoauricolari fino alle open-fitting.

 

Gli apparecchi acustici digitali sono di dimensioni molto ridotte e si collocano direttamente nel canale uditivo in modo da ridurre i fastidiosi effetti del rimbombo e dell'autofonia.

Grazie alla miniaturizzazione dei componenti elettronici, possono svolgere un numero di funzioni paragonabili a quelle di un vero e proprio computer acustico.

Rispetto alla audioprotesi tradizionali, aumenta notevolmente anche la possibilità di ricezioni in condizioni di disturbo e il suono, in generale, risulta più piacevole e naturale.

I tecnici dell’Istituto Audioprotesico Italiano possono inoltre riprogrammare facilmente l’apparecchio, adattandolo via via alle modifiche naturali che subisce l’udito del paziente.

Queste protesi rientrano nella categoria definita “riconducibili”, vale a dire che i loro costi sono coperti per metà dal Servizio Sanitario Nazionale.

 

Gli apparecchi analogici programmabili digitalmente invece sono protesi dotate di ricevitore analogico programmato e controllato da un computer.

A differenza dei normali apparecchi analogici, sono più flessibili e funzionano tramite un sistema mono/multi-canale, mono/multi-memoria oppure mono/multi-microfono.

Share by: